Cantine di Design delle Langhe: un tour originale in un giorno
acino ceretto in mezzo alle vigne

Cantine design delle Langhe: Cinque cantine assolutamente da vedere

Cantine Vino Design, il tutto nella cornice delle Langhe: Percorso di circa 25 km che parte da Alba ed arriva a Castiglione Falletto


Le aziende vitivinicole delle Langhe, famose per la produzioni di alcuni fra i vini più pregiati Italiani, negli ultimi anni si sono trasformate in vere e proprie mete del turismo enogastronomico “slow”, quello enogastronomico, che ha la sua massima espressione in autunno, con il foliage, la vendemmia e l’inconfondevole odore di vino che si sparge per le strade.

Molti produttori, nel tempo,  affidandosi spesso alle mani di famosi designer e studi di architettura, hanno rimodernato ed a volte stravolto le loro cantine. Obbiettivo? Accogliere il numero sempre maggiore di visitatori e wine lovers. Da questi progetti innovativi sono nate le cantine moderne e di design più belle delle Langhe. Qui la selezione che vi consigliamo di Cantine Architettura e dintorni, da visitare nel nostro tour fai-da-te, perfetto anche da fare in  e-bike!

Mappa per una gita tra cantine di design

Mappa per visitare le cantine di design

Cantine del Vino di Design

prato verde con cantina e castello sullo sfondo

CERETTO

Tenuta Monsordo Bernardina - Alba

Un acino di vetro che si sporge sulle vigne

La cantina Ceretto di Alba è una delle cantine design più importanti della zona del Barolo e per quanto riguarda il design e l’architettura è una delle più caratteristiche per le sue due strutture: l’Acino e il Cubo.

L’Acino è un’installazione permanente che si trova dalla Tenuta Monsordo Bernardina. E’ un palcoscenico per ammirare le Langhe e le colline del Barolo sospesi come in una bolla. È una struttura realizzata nel 2009 che rende ancora più unica l’esperienza della scoperta dei paesaggi del Piemonte.

Cantina Design: Bricco Rocche, Castiglione Falletto

Un cubo di vetro a Castiglione Falletto, cantina di design Ceretto
Un cubo di vetro a Castiglione Falletto, cantina di design Ceretto

Ceretto Cantina Bricco Rocche, Castiglione Falletto

Altra “chicca” della famiglia Ceretto, è la Cantina Bricco Rocche. Dal 1982 si staglia a Castiglione Falletto. Nasce per la vinificazione di uve più pregiate come ad esempio il Cannubi San Lorenzo piuttosto che il Brunate di La Morra. Nel 2000, per caratterizzare la costruzione, è stato aggiunto il cubo di vetro. Questa opera di design è perfettamente integrata con il profilo delle colline che la circondano e permette una vista a 360° sulle vigne circostanti.

Entrambe le opere sono state progettate da Luca e Narina Deabate.

L’ASTEMIA PENTITA: UNA CANTINA MODERNA

BAROLO

Astemia Pentita Barolo

l-astemia-pentita-external

La cantina design più ardita é sicuramente l’Astemia Pentita: moderna, stravagante ed iconica. Si trova lungo la strada che da Alba porta a Barolo. La sua caratteristica architettura la rende subito riconoscibile al passaggio dalla collina dei Cannubi.

Si presenta come due scatole di vino sovrapposte, di quelle in legno utilizzate per la vendita e il commercio delle bottiglie di vino, sicuramente non passa inosservata agli occhi dei visitatori.

E’ stata definita da Gianni Arnaudo, l’architetto che l’ha progettata nel pieno rispetto dell’ambiente, “La prima cantina POP al mondo”. Non si sviluppa solo all’esterno ma anche sottoterra arrivando ad avere un’estensione totale di circa 4000mq.

CASCINA ADELAIDE: Design per una cantina particolare

BAROLO

Barolo - Cascina Adelaide

Cascina Adelaide

Cascina Adelaide è situata alle spalle del Castello di Barolo, è una cantina “sotterranea”, si sviluppa infatti a 5,50 metri sotto il livello della cascina preesistente e grazie a questa caratteristica e all’attenzione per il paesaggio, le parti esterne sono infatti coperte da terreno erboso.

La natura è quindi la costante per l’architettura della cantina. Si sviluppa a forma di piccola collina mentre la struttura in calcestruzzo armato della cascina lievita dal sottosuolo verso l’alto.  Sembra ricordare la vite e il traliccio. E’ sorretta da una serie di pilastri in ferro e cemento, terminanti a ramificazione. Il colpo d’occhio è davvero particolare.

DOMENICO CLERICO: Una delle cantine famose nelle Langhe

MONFORTE D'ALBA

Monforte d'Alba Cascina Clerico

Cascina Clerico

Incontriamo la cantina Domenico Clerico lungo la strada che da Barolo porta a Monforte. E’ un esempio di cantina di design ed efficienza, dove l’architettura è stata studiata nei minimi dettagli per far sì che ogni particolare sia un pezzo unico, ma sempre pratico per ottimizzare il lavoro. Le sue linee sono molto moderne e i materiali utilizzati, acciaio e vetro, si uniscono creando ampi spazi luminosi.

Le sue forme si ispirano volutamente alle meravigliose colline di Langa che la fronteggiano. Le cantine Langhe famose sono tutte ispirate alle magnifiche colline che le accolgono!

BOROLI

CASTIGLIONE FALLETTO: Langa Style moderno

Cantina Boroli - Castiglione Falletto

Cantina Boroli

La cantina Boroli si trova a Castiglione Falletto, lungo la strada che porta a Bussia, è “riconoscibile” grazie alla sua architettura quasi mimetica, si fonde con il territorio e si unisce visivamente con il paesaggio. È stata progettata da Guido Boroli, secondo dei 4 fratelli. E’ divisa in 3 aree: una interrata per la maturazione dei vini, il piano terra per la lavorazione e la sala degustazioni che è la più caratteristica e riconoscibile.

La sala degustazioni ha ampie vetrate che permettono di godere di un panorama unico. Esternamente, sui muri, è stato applicato un rivestimento di rovere massello ottenuto smontando le barriques usate che non possono essere più utilizzate.  Oltre a rendere visivamente unica questa cantina di design, creano un isolamento termico naturale.

Un Tour nelle Langhe è sempre emozionante

Cantine Design Langhe: Un modo per fondere architettura e buon vino!

Storia vitivinicola delle Langhe: in quale contesto nascono le cantine di design?

Una breve storia della tradizione vitivinicola delle Langhe, includendo come si è evoluta la produzione di vino nella regione nel corso dei secoli.

Le Colline delle Langhe: Una panoramica

Le colline delle Langhe, situate nella regione del Piemonte in Italia, sono un mosaico pittoresco di vigneti, borghi medievali e paesaggi mozzafiato. Questa regione è rinomata per la sua ricca tradizione vitivinicola e i vini pregiati che produce.

Storia e vino: il percorso della vinicultura nelle Langhe

Le Langhe, sud del Piemonte tra le province di Cuneo e Asti, costituiscono un tesoro enogastronomico con una storia millenaria. Questa meraviglia paesaggistica e di eccellenza enologica, nasce dal lavoro e la creatività tramandato di generazione in generazione.

Alba, cuore pulsante delle Langhe, è già presente nelle storie antiche. Fondata dagli antichi Liguri Stazielli e poi plasmata dai passaggi dei Romani che la ribattezzarono Alba Pompeia. La sua storia è un intreccio di conquiste e saccheggi: dall’assalto dei Burgundi nel 490 d.C. fino alle incursioni dei Longobardi, dei Franchi e dei Saraceni nel medioevo. Le tracce di questo passato così faticoso e travagliato si riflettono nelle cento torri (poche ormai rimaste) che caratterizzano il suo skyline.

Ma è nell’800, con l’avvento dei Savoia, che le Langhe conoscono una rinascita marcata e determinante. I vini piemontesi diventano ambasciatori della nobiltà piemontese, conquistano le corti di tutta Europa e conferiscono alle Langhe fama internazionale senza precedenti. Dopo il periodo di declino seguito alla Seconda Guerra Mondiale, la regione ritrova forza nella produzione vinicola e nelle coltivazioni di nocciole, ritornando a risplendere nei riflettori del mondo.

Dal 1929, Alba si veste con gli abiti della festa per onorare il tartufo bianco, exxellenza conosciuta in tutto il mondo. I famosi “tajarin”, tagliatelle preparate dalle donne di langa per le grandi occasioni, sono diventati un simbolo culinario di questa zona.

Ma le Langhe non sono solo storia, sono anche vino. Nebbiolo, Barbera e Dolcetto sono le icone di questa terra, coltivate con passione e dedizione da secoli. I terreni argilloso-calcarei, forgiati oltre 23 milioni di anni fa durante l’Oligocene quando le Langhe erano sommerse dal mare, conferiscono ai vini una complessità e una struttura uniche al mondo. Il clima appenninico con influssi padani, caratterizzato da estati roventi e inverni gelidi, insieme ai terreni generati dalle glaciazioni e modellati dai sedimenti marini, donano al Nebbiolo una struttura tannica e una longevità senza pari.

Le Langhe sono un tesoro da scoprire, un viaggio nel tempo tra le vigne e le torri millenarie, un’ode alla storia e al gusto che continua a incantare il mondo con il suo fascino senza tempo.

I Vini delle Langhe nell’Era Moderna

Nel corso dei secoli, le Langhe hanno continuato a prosperare come una delle principali regioni vinicole del mondo. I loro vini, rinomati per la loro complessità e carattere distintivo, sono diventati ambasciatori dell’eccellenza enologica italiana.

  • Barolo: Il Re dei Vini: Tra i tesori delle Langhe spicca il Barolo, conosciuto come il “Re dei Vini”. Questo vino iconico, prodotto principalmente dalle uve Nebbiolo, incarna l’essenza stessa della regione, con il suo profilo complesso e il lungo invecchiamento in legno.
  • Barbaresco: L’Elegante Rivale: Accanto al Barolo si erge il Barbaresco, un vino di grande eleganza e raffinatezza. Anch’esso derivato dall’uva Nebbiolo, il Barbaresco offre un’esperienza sensoriale unica, con note floreali, fruttate e speziate che riflettono il terroir delle Langhe.

Evoluzione della Gestione dei Vigneti

L’evoluzione della gestione dei vigneti nelle Langhe è stata guidata dall’innovazione e dall’attenzione alla sostenibilità. Le tecniche moderne, come la vendemmia manuale e l’uso parsimonioso dei trattamenti chimici, si sono fuse armoniosamente con le tradizioni secolari, garantendo la qualità e l’integrità dei vini prodotti.

Sono sempre più frequenti le vigne in cui si nota che il terreno è stato semplicemnete sfalciato alla base della vite. Mentre nei filari si rincorrono fiori e vegetazioni spontanee che garantiscono la cura per la terra, senza uso di diserbanti e prodotti chimici.

Si dice che per assaporare un vino è sempre bene fare prima una passeggiata nelle vigne che hanno dato la materia prima!

Influenza del Clima e del Terroir

Il clima e il terroir delle Langhe giocano un ruolo fondamentale nella creazione dei loro vini distintivi. Le condizioni climatiche favorevoli, caratterizzate da estati calde e secche e inverni freddi, insieme ai suoli ricchi di calcare, conferiscono ai vini delle Langhe la loro complessità e struttura uniche.

Sostenibilità nella Produzione del Vino nelle Langhe: Un Impegno per il Futuro

Nel contesto globale di una crescente attenzione verso la sostenibilità ambientale, anche nel settore vitivinicolo si sta facendo strada un profondo impegno per ridurre l’impatto ambientale e promuovere pratiche agricole più eco-friendly.

Le Langhe, rinomate per la loro produzione di vini di alta qualità, stanno abbracciando sempre più pratiche sostenibili in tutte le fasi della produzione, dal vigneto alla cantina.

Molte cantine stanno adottando pratiche di riduzione, riciclo e compostaggio dei rifiuti, riducendo l’impatto ambientale complessivo della produzione vinicola. Si cerca di utilizzare tutto quello che nasce dalla vigna, dagli sfalci fino agli ultimi residui della vinaccia.

Un’altra area di focus è la riduzione dell’uso di sostanze chimiche nei vigneti. Molti viticoltori stanno adottando metodi di agricoltura biologica o biodinamica, eliminando o riducendo drasticamente l’uso di pesticidi e fertilizzanti sintetici. Questo non solo preserva la salute del suolo e della biodiversità locale, ma produce anche uve di alta qualità più naturali e autentiche.

Infine, c’è un crescente interesse per l’energia rinnovabile. Molte cantine stanno investendo in tecnologie solari, eoliche o altre fonti di energia pulita per alimentare le proprie operazioni, riducendo l’impronta di carbonio complessiva della produzione del vino.

La  minaccia dei cambiamenti climatici, spinge ad adottare strategie innovative per preservare la ricca eredità vinicola della regione.

La sostenibilità nella produzione del vino nelle Langhe non è solo un’opzione, ma un imperativo per il settore. Gli sforzi in corso dimostrano un impegno concreto verso un futuro più verde e prospero, preservando al contempo la ricca tradizione vinicola e il paesaggio unico delle Langhe per le generazioni future.

Prospettive Future e Innovazioni

Guardando al futuro, le Langhe continuano a ispirare con la loro bellezza e la loro ricchezza culturale. Con un impegno costante per l’eccellenza e l’innovazione, la tradizione vitivinicola delle Langhe è destinata a prosperare per le generazioni a venire. La qualità che deve ormai essere messa al di sopra della quantità, fa ben sperare in una garanzia di continuità per i nuovi attori della filiera del vino.

Riconoscimenti internazionali dei vini delle Langhe

ROSSO DELL’ANNO

Punteggio: 100/100
Barolo Vignarionda Ester Canale Rosso 2019 – Giovanni Rosso

Oltre un secolo di storia per questa azienda di Serralunga d’Alba, guidata da 20 anni da Davide Rosso, che conta su dei vigneti in alcuni dei cru più famosi del Barolo tra cui Vignarionda. Obiettivo: vini che raccontino senza filtri il territorio, cercando la massima espressività, nitidezza aromatica, struttura e trama tannica elegante. Le vinificazioni seguono lo stile tradizionale con grandi botti di rovere per le lunghe maturazioni. Questo Barolo ha messo d’accordo tutti. I profumi sono sinfonici e finissimi, dalla rosa alla liquirizia, rilanciati da essenze balsamiche e sfondi floreali. Il palato è disarmante per progressione e affondo. Ha un ritmo incalzante, senza gridare racconta un mondo di frutti e spezie, disegnati da una trama tannica magistrale e un tessuto sapido. È il Rosso dell’Anno di quest’edizione. E davanti a sé ha almeno 30 anni di pura gloria.

Notizie Gambero Rosso

Premiato il Pelaverga.

Nuove opportunità per le denominazioni di vini piemontesi meno conosciuti: il Pelaverga 2021 del Castello di Verduno, ottiene il massimo premio.

Cantina Emergente

Una cantina che conosciamo da anni e con la quale SloDays collabora sempre volentieri, ottiene il premio come cantina emergente. Walter e sua mamma (scomparsa nel 2024) hanno costruito fiducia nei clienti che li hanno visitati ed il loro lavoro è stato meritatamente premiato. Il Barbaresco Lorens ’19, cantina Lodali, è il vino distintivo di questo riconoscimento.

Notizie Tre bicchieri 2023

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questo percorso. Una giornata dedicata a scoprire quale cantina vini design ti ha colpito di più!

Ti ho incuriosito? Sappi che puoi includere alcue di queste cantine in una bella passeggiata tra i Vigneti oppure, ancora più semplice, con una e-bike con pedalata assistita.

Se invece ami anche il buon vino ed i prodotti delle Langhe, niente di meglio che un bel weekend enogastronomico nelle Langhe dove il Re Barola sfida il Barbaresco.

E si possono fare in ogni periodo dell’anno!

Un Tour delle Langhe tra cantine, piccoli, borghi, ottima enogastronomia è un vero toccasana contro lo stress della vita moderna!

Un weekend enogastronomico nelle Langhe?

Potrebbe essere un ottimo modo per conoscere questo territorio!

Comments

Avatar
SABRINA TORO
15/10/2022
Buongiorno Vorrei avere informazioni per partecipare ad una vendemmia Grazie
Claudia SlowDays
15/10/2022
Buongiorno Sabrina la vendemmia è ormai quasi terminata... In ogni caso, al momento, noi non organizziamo questo tipo di eventi. Grazie per l'interesse!
Avatar
Flavia Ghirardin
10/10/2022
Buongiorno Ho letto tutto il vostro articolo molto interessante. Saremo nel Barolo nel fine settimana prossimo ci domandavamo se il percorso descritto sopra fosse possibile farlo a piedi e se c'è una traccia GPX da seguire. Bisogna prenotare le cantine che si trovano sul percorso ? Vi ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni.
Claudia SlowDays
10/10/2022
Grazie mille Flavia! Ci fa molto piacere che il nostro articolo le sia stato utile. Il percorso non può essere fatto a piedi perché le cantine distano qualche chilometro l'una dall'altra Un bel modo per raggiungerne alcune sarebbe sicuramente l'E-bike! Noi costruiamo anche pacchetti con tracce gpx, ebike a noleggio e degustazioni in cantina incluse. Purtroppo per questo weekend non abbiamo più disponibilità, ma le consiglio caldamente di prenotare le cantine perché in questo periodo sono pienissime di visitatori!
Claudia SlowDays
10/10/2022
Ciao Flavia siamo molto contenti che tu abbia trovato utile il nostro articolo! Noi organizziamo pacchetti per raggiungere le cantine in auto, E-bike o Vespa, perché non sono vicine e non sono raggiungibili a piedi, soprattutto se vuoi visitarne più di una nello stesso giorno. Purtroppo per questo weekend noi non abbiamo più disponibilità, ma ti consiglio vivamente di prenotare le cantine perché in questo periodo sono piene di visitatori e non è sicuramente possibile partecipare a una visita senza preavviso (in realtà questo consiglio vale anche per gli altri periodi!). Ti auguriamo un piacevole soggiorno nelle Langhe!

Lascia un commento