Parliamo ancora di Vini delle Langhe: Oggi Dolcetto

Parliamo ancora di Vini delle Langhe: Oggi Dolcetto
Doc oppure DOCG

Dolcetto o scherzetto?

Per i piemontesi, ed in special modo per la provincia di Cuneo, questa frase potrebbe essere intesa in modo molto diverso. E sicuramente non sarebbe abbinata ad una festa di bambini in maschera!

DOLCETTO D’ALBA DOCG.

Se il Barbera è il vino tradizionale da pasto, il Dolcetto è quello da lavoro nelle campagne e dell’amicizia tra contadini! In Piemonte esistono ormai tredici denominazioni Dolcetto, ma quello di Alba rimane il più conosciuto e famoso! Il consumo di questo vino rimane locale, oltre l’80% infatti viene bevuto nell’Italia nord-occidentale. Il nome può trarre in inganno, non si tratta di un vino dolce… il suo sapore risulta decisamente asciutto e secco.

Il suo nome forse nasce dalla dolcezza dell’uva matura, oppure secondo alcuni storici al termine piemontese “dosset”. Vuole cioè ricordare le colline non particolarmente alte dove inizialmente si coltivava. Storicamente questo vino è stato molto importante negli scambi con la Liguria, da cui oltre l’olio e il sale, si importavano le acciughe, l’ingrediente principale di uno dei piatti tipici più famosi del Piemonte, la bagna caoda. Notizie sul dolcetto si hanno a partire dal XVIII secolo. Il vino Dolcetto d’Alba ha ottenuto la DOC nel 1974.

Nella provincia di Cuneo ci sono più di 1600 ettari di vigne coltivate a Dolcetto, è quindi un vino molto diffuso ed amato.

Come abbinarlo?

Ottimo con i salumi e con i primi di pasta fresca, con i risotti ed i minestroni ma anche con frittate, bolliti misti, formaggi e pollo.
La sua gradazione alcolica non eccessiva ed il gradevole retrogusto amarognolo lo fanno considerare un ottimo vino da abbinare a tutto pasto.

Tra l’altro non è un vino che ama essere invecchiato. Quindi noi piemontesi evitiamo di fargli un torto e lo beviamo in fretta!

Cosa ne diresti di provarlo proprio qui? Alba e dintorni ti aspettano e non sono solo Tartufi e Barolo! La nostra terra è generosa anche con vini più “semplici”, meno strutturati ma pur sempre molto gradevoli. Parola di SlowDays! ♥

La festa del vino di Alba
Vinum manifestazione ad Alba in aprile

 

Comments

Lascia un commento