Valle Stura per un viaggio nella storia del Piemonte
Forte di Vinadio

Valle Stura, Piemonte. Vinadio.

Quest’ultimo fine settimana, ho potuto trascorrere un’intera giornata in una zona non molto nota ai turisti ma davvero ricca di storia e fascino: Vinadio.

Vinadio è un piccolo comune di circa 600 abitanti, in provincia di Cuneo, situato a circa 900 metri di altitudine, ma la cui estensione territoriale è talmente ampia da risultare la seconda, in Piemonte, dopo Alessandria!

Faccio un passo indietro però…

Una passeggiata lungo il fiume Stura

Il viaggio comincia da Alba: poco meno di 2 ore in macchina sono sufficienti per raggiungere Vinadio.

Una visita ai mercatini sul posto e poi, in attesa del pranzo, ecco un momento veramente rilassante: la passeggiata lungo il fiume Stura.

 

Infatti, il comune si trova nell’incantevole Valle Stura, la quale è attraversata dall’omonimo fiume. Consiglio a tutti di immergersi in questo verde che libera la mente e scaccia via i pensieri e lo stress accumulato durante tutta la settimana.

Nel vivere questa tranquillità, però, non ci si può dimenticare dell’orario perché per vedere tutto abbiamo solo un giorno questa volta! Dunque, si va a pranzo…

Valle Stura - Vinadio

Un Pranzo veloce con la specialità di Vinadio e della Valle Stura

Se non vuoi perdere nemmeno un’ora di tempo per riprenderti, devi anche accettare di non esagerare a pranzo.

Quindi mi sono dedicata all’assaggio della specialità del posto: i cruset con sugo di porri! Beh non proprio una cosa leggera, ma si sa che la montagna mette appetito!

 

I cruset sono una pasta fatta a mano tipica della Valle Stura e, più che raccontarli, preferisco mostrarli e consiglio anche di assaggiarli. Sono deliziosi!

Ovviamente, un buon piatto merita un degno accompagnamento, perciò un vino rosso, corposo, è la soluzione ideale…lo sai vero che il vino rosso in montagna migliora?

Da qui in poi, comincia il viaggio nella vera e propria storia di Vinadio e, inevitabilmente, del Piemonte stesso.

Cruset di Vinadio - Valle Stura
Museo "Montagna in Movimento" - Forte di Vinadio

Nel Forte di Vinadio: tra museo e storia

Dopo pranzo è ora di dirigersi alla scoperta del Forte di Vinadio, la meta di questa fantastica giornata.

Il Forte di Vinadio, detto anche Forte Albertino, è stato eretto nel 1834 da Carlo Alberto di Savoia per la sua posizione strategica. Infatti, la Valle Stura congiunge il Piemonte con la Francia, pertanto era l’ideale per controllare i confini.

Pur avendo un ruolo così importante, non è mai stato realmente fulcro di guerre e conflitti, ma è stato adibito alle esercitazioni.

È impressionante, e lo dico per le sensazioni che mi ha suscitato, come inizi a diventare così chiara l’immagine di come fosse la vita del soldato. A oltre 1000 metri di altitudine, con la fatica e il freddo, sicuramente una vita dura e difficile.

Altrettanto suggestiva è la galleria con tutti i nomi dei caduti nella Prima e nella Seconda Guerra Mondiale. Lascio parlare il video, stavolta.

All’interno dello stesso Forte, inoltre, è possibile visitare il museo, “La Montagna in Movimento“. In questo caso il tema centrale riguarda la storia della montagna stessa e dei suoi abitanti, con leggerezza e con la voglia di trasmettere tutto alle nuove generazioni.

 

Infatti, particolarmente interessante, è l’App scaricabile, dedicata alla caccia al tesoro, ma anche il tono con il quale si racconta la storia del posto.

Io non aggiungo altro, la mia giornata è stata stupenda e potrei scrivere ancora tanto, ma il mio obiettivo rimane sempre quello di incuriosire a conoscere anche posti meno noti del Piemonte, eppure così affascinanti.

Ti aspetto per il prossimo contenuto e grazie per aver letto!

Valle Stura di Demonte: altro da vedere?

Se avete scelto la Valle Stura per una giornata o per una vacanza, allora vi segnalo alcune altre belle destinazioni che non potete mancare! La comunità montana Valle Stura vi accoglierà nei suoi comuni:

  • Demonte e vi segnalo il Parco Borelli. Parco meraviglioso per una passeggiata tra bei sentieri, zone ombrose, fontane.
  • Moiola, dove meritano una visita le belle fortificazioni.
  • Aisone. Dove resterete incantati dalle rovine dell’antico acquedotto.
  • Pietraporzio, con il bel campanile dei 4 Lupi, “campanile di quatre loups”.

In ogni posto sarete accolti con garbo ed educazione. Con quel tanto di gentilezza ed un pizzico di diffidenza che caratterizza le valli più nascosto. Ma anche più genuine! Io le amo molto…

Comments

Lascia un commento