Un weekend per godersi il Roero
SlowDays at work

Langhe o Roero? Due facce del sito Unesco che comprende anche il Monferrato. Territori vicini ma molto diversi. Accomunati dalla tradizione della buona cucina e dagli ottimi vini. Ma non solo! Ma questa volta vorrei parlarvi di Roero.

Siete in vena di notti indimenticabili? Allora dovete scegliere Guarene!

Potreste anche dormire in un Castello! Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene, fu colui che volle il castello sul finire del Settecento. Oggi fa parte della catena Relais & Chateux.   Anche se non lo sceglierete per dormire, sicuramente dovrete affacciarvi alla balconata per poter aver il colpo d’occhio su oltre 60 chilometri di territorio. Al suo interno anche un ristorante!

Ma non temete, le sistemazioni per dormire sono tante e per tutte le tasche.

Una visita la merita sicuramente il ristorante di Davide Odore, Io e Luna. Chef che apprezzo in modo particolare per il suo concetto di cucina a tutte le ore!

Cosa vedere nel Roero?

Magliano Alfieri, altro “terrazzo” sul territorio

Il suo castello seicentesco è di nuovo un antico maniero che merita una visita.   In questo castello visse anche Vittorio Alfieri, scrittore, per qualche tempo. Oggi ospita 3 musei:  Arti e Tradizioni Popolari, Cultura del Gesso e Museo del Paesaggio. 

Canale, “capitale del Roero”

Ci sono particolarmente affezionata perché fa parte in maniera molto stretta della mia famiglia!

A Canale ci potete venire per le pesche in piena estate, per l’Arneis e la Favorita (vini bianchi ormai molto conosciuti anche tra i turisti stranieri), per il suo mercato del martedì oppure…  per la splendida Enoteca del Roero. Qui trova anche sede il Ristorante di Davide Palluda: potrete vederlo dalla sala mentre cucina dai sapienti oblò che si aprono sul suo regno.

Govone

Non poteva mancare il castello anche in questo bel paesino del Roero. E non poteva mancare la vista sulle vallate sottostanti. Il paesino è diventato ormai famoso perché a Natale diventa Il Magico Paese del Natale!

Ma durante tutto l’anno è gradevole passeggiare nei giardini del suo Castello Barocco (sede del Municipio e di frequenti mostre)

Cherasco

Capitale delle lumache e dell’antiquariato. Ristoranti che dedicano molti piatti a questo particolare ingrediente ed allevamenti curati e molto quotati di lumache.

Per l’antiquariato invece dovete controllare il calendario perché quasi una volta al mese Cherasco diventa sede del Mercato dell’Antiquariato e del Collezionismo!

 E siamo arrivati a Bra.

Nel 2019, ed ogni due anni, Bra è letteralmente invasa dalla manifestazione Cheese. Non potete mancarla! Dal Venerdì sera al lunedì sera compreso, formaggi di ogni tipo e da ogni angolo del mondo.

Ma Bra è anche salsiccia!  E poi, Bra è la culla di SlowFood, movimento che ha rivoluzionato il concetto del Fast food! Ed è una bellissima cittadina ricca di botteghe, angoli suggestivi e pasticcerie spettacolari.

S1, S2, S3….

Nel Roero si viene anche per le passeggiate con distanze da regolare a piacere. Con sentieri ben tracciati che vi conducono attraverso paesaggi aspri, dolci pianori e boschi.

Completamente diverso dalle dolci colline delle Langhe. E siamo solo a pochi km di distanza!

Passeggiando potrai scoprire le rocche e magari fermarti in una bella cantina a degustare e a visitare i “crutin” scavati nel tufo; a chi ben osserva non sfuggirà la presenza dei fossili lungo le pareti delle Rocche. Suggerisco di fermarsi nei pressi di un ciabot per gustare una merenda.

Cosa ti posso dire? Una vacanza da queste parti, di pochi o tanti giorni, non sarà mai banale e non ti annoierà mai! Parola di roerina!

 

Comments

Lascia un commento