Tag: Weekend nelle Langhe

Langhe Roero e Monferrato: Una vacanza in Piemonte. Una vacanza in un sito Unesco!

Allora, partiamo dalle basi:

  • Dormire ad Alba oppure nei dintorni?
  • Quanto tempo è necessario per visitare le Langhe, il Roero ed il Monferrato?
  • In quale periodo si godono di più le vacanze in queste zone?

Nella provincia “Granda” si viene soprattutto per l’enogastronomia di livello.

Ormai siamo conosciuti nel mondo per i nostri piatti tipici e per il prezioso contributo del Re Tartufo. E’ una cucina ricca e molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo. E noi siamo orgogliosi di essere conosciuti per certe prelibatezze. Ma vi voglio svelare un segreto (che non è un segreto!) ed è l’utilizzo di un legume “povero” che arriva dalla tradizione antica piemontese: I ceci

Di non solo pane  viviamo… ma anche di VINO! Eh… Che vini nelle Langhe!

Andiamo avanti nella nostra storia di vini eccellenti!   Dopo il Barolo, vi voglio parlare di un altro Rè, il Barbaresco!

 

Di non solo pane viviamo… ma anche di VINO! Eh… Che vini nelle Langhe!

Non bisogna essere degli esperti sommelier per capire che quando si pensa alle Langhe, si pensa anche (forse… soprattutto) agli ottimi vini che questa meravigliosa terra ci offre! Tutto in queste colline ci parla di vino! Ed io sono qui, a vostra disposizione, per illustrarvi i migliori vini che le Langhe possono offrirci!

Oggi vi racconto qualche notizia sul Barolo:

Dì la parola “Nocciola” e ti sentirai subito in Piemonte!

Se pensi al Piemonte… quali sono le prime cose che ti vengono in mente?

Vino… Langhe… Monferrato… ma scommetto che la parola che hai sulla punta della lingua è:

N O C C I O L A!

Ebbene sì, il Piemonte è il re della nocciola! La sua tradizione è molto antica ed affonda le radici già dal 1800, quando grazie alla modernizzazione degli impianti industriali e delle tecniche colturali si iniziò ad incrementarne la produzione.

Tutto quello che c’è da sapere sul magnifico mondo dei tartufi…. Ve lo dico io!

Quest’afa ci sta un po’ snervando, come dare torto! Magari tra una doccia e l’altra, ripensiamo all’autunno: temperatura mite, profumi, mangiate con i piedi sotto al tavolo. E poi passeggiate tra i colori senza sudare come in questi giorni!

E allora subito la mente collega tutti questi pensieri al re dell’autunno e della stagione fredda: il tartufo e tutto il suo magnifico mondo!

É primavera, svegliatevi bambine/i!

Finalmente la primavera! Tanto attesa, desiderata…ed eccola qua! Forse ci siamo, il caldo è arrivato e da adesso in poi non ci lascerà! (fingers-crossed)

 

É il momento perciò di risvegliare il fisico, quale idea migliore se non passare un po’ del tuo tempo libero all’aria aperta?

Scopri con noi nocciole, formaggi e agnolotti!

Hai mai visitato un luogo non solo per le sue bellezze architettoniche e storiche, ma anche per i piaceri della sua cucina?

Si chiama Turismo Enogastronomico, ovvero esplorare posti mai visti prima, non solo dal punto di vista tradizionale, ma frequentando ristoranti, cantine, aziende agroalimentari aperte al pubblico, che propongano piatti o prodotti tipici del territorio. Non importa se non ti sei mai cimentato in questa attività, ti trovi comunque nel posto giusto! Il Piemonte è una base perfetta da cui partire!

La giornata di Pasquetta si passa in compagnia ed è sempre all’insegna dell’indecisione… un sacco di idee, tanti posti che si vorrebbero vedere, ma anche tante incognite. Chissà se farà bello? Pioverà o ci sarà il sole? Sicuramente il meteo condiziona molto la nostra scelta! E quest’anno non sarà diverso… mi sa!

Il nostro programma però è già stabilito, vogliamo andare “a caccia” di panorami, scorci romantici, paesaggi che appaghino gli occhi, per questo motivo vi proponiamo ben tre borghi langaroli da cui si possono ammirare dei meravigliosi belvedere.

Accanto ad ogni veduta vi consigliamo anche un vino che si sposi bene con il territorio circostante, che ne dite? Vi piace l’idea? …Allora, partiamo!

Il Monumento all’amore delle Langhe: Il Cedro del Libano di La Morra

Guardando l’infinità di lucchetti che occupa i nostri ponti e cancelli, mi sono chiesta come facevano gli innamorati dell’800 a sigillare le loro promesse di amore eterno senza questi aggeggi moderni. Allora, facciamo un salto nel passato ed andiamo a scoprirlo insieme!