La più bella panchina gigante delle Langhe? La prossima!
panchina gigante langhe niella belbo

Panchine giganti Piemonte: Una moda nata da un’idea geniale!

Ti piacerebbe ammirare un bel panorama seduto su una bella panchina gigante nelle Langhe? In Piemonte e specialmente nelle  Langhe Monferrato e Roero sono spuntate, da un po’ di anni, un po’ ovunque bellissime panchine giganti, le Big Bench. a dire il vero si stanno ormai diffondendo anche in altre zone ma da queste parti ce ne sono davvero tante e tutte di colori diversi!

Tanto che potrebbe essere molto divertente pianificare un tour delle panchine giganti delle Langhe in auto, in Vespa oppure in Ebike…ovviamente fermandosi lungo il percorso per un bel picnic nei vigneti o una degustazione in cantina.

Big-bench

Le Big Bench nascono nel 2010 per mano del designer americano Chris Bangle che, insieme a un gruppo di amici, ha realizzato la prima panchina gigante di Clavesana. Alla base del progetto c’era un’idea tanto semplice quanto fabiesca: tornare piccoli e guardare con occhi da bambini l’immenso panorama delle Langhe.

Da questa semplice e geniale idea è nato un vero e proprio progetto: Il Big Bench Community Project, un’associazione no profit pensata per promuovere il territorio.

In quest’ottica le Big Bench di Bangle sembrano state costruite  appositamente  per sedersi e ammirare finalmente tutta la bellezza di questa terra. Queste panchine dalle grandi dimensioni e dagli accesi colori sono site in posti suggestivi del panorama langarolo, fuori dai luoghi  più spesso percorsi dai turisti, diventando così un modo divertente per organizzare un insolito tour nelle Langhe, una caccia al tesoro che ci riporta davvero bambini.

panchina gigante langhe

Per rendere la caccia alla panchina ancora più divertente, la BBC ha creato un vero e proprio passaporto con tanto di foto e timbro personalizzato per ogni installazione. Si tratta di un libricino su cui apporre il timbro di ogni panchina che riuscirete a visitare, una sorta di album da collezione.

 

Dove trovare le Big Bench?

Di seguito una lista delle Big Bench presenti nelle Langhe (se volete potete consultare anche il sito ufficiale )

  •  Monforte d’Alba: ne troverete due, una viola nel cuore del paese e una rosa, in località Cascina Castelletto.
  •  Dogliani: azzurra e rossa, si trova vicino al Castello di Dogliani.
  •  Farigliano: panchina gigante lilla, posizionata tra i vigneti fuori dal centro abitato.
  •  Clavesana: qui le panchine sono tre: quella rossa che è quella “ufficiale” e ha dato l’avvio al progetto Big Bench, quella blu, in Frazione Lo Sbaranzo e quella gialla, nella Borgata Palazzetto.
  •  Carrù: la grande Big Bench oro e le panchine più piccole si trovano nella piazza principale del paese.
  • Piozzo: arancione, si trova di fianco la cappella dell’Albarosa.
  • Monchiero: bianca, si trova nella parte alta del paese.
  • Vezza d’Alba: grigia, nascosta tra i vigneti.
  • Alba: turchese, si trova in località Scaparone.
  • Canale: rosa, si trova alla Collina Giaconi di Madonna dei Cavalli a Canale.
  • Neive: verde, per raggiungerla bisogna oltrepassare la Borgata Gavello, in direzione Tre Stelle.
  • Coazzolo: color lavanda, nei pressi del cimitero.
  • Santo Stefano Belbo: gialla, per trovarla seguite le indicazioni per Agriturismo ai Piacentini.
  • Arguello: color verde acido, a pochi passi dal paese.
  • Niella Belbo: azzurra, si trova sulla Spianata dell’Amore.
  • Paroldo: arancione, si trova in località Pedaggera.
  • Cigliè: rosso e argento, lungo la strada che sale al paese.
  • Ceva: gialla e nera, si trova vicino al Campanone.

in Piemonte le Big Bench sono circa 67 ma il progetto non si è fermato alla solo Granda ma bensì è stato esteso ad altre regione d’Italia come Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Veneto e Basilicata.

Siamo positivi, confidiamo in voi e vi rinnoviamo l’invito di restare a casa così da poter sconfiggere questo nemico silenzioso e tornare di nuovo a essere liberi, liberi di poter uscire e viaggiare.

Se ti stai chiedendo se ci sono anche panchine giganti a La Morra, quel bellissimo borgo ormai fra i più visitati delle Langhe, la risposta è NI!

La Panchina Gigante La Morra è fuori dal circuito delle Big Benches, ma si tratta pur sempre di una delle panchine colorate delle Langhe . Una bella panchina rossa nelle Langhe, si affaccia su una vallata di vigne spettacolare! Trovi sempre grandi e piccoli che si arrampicano per farsi fotografare. Ve la racconto perché ci passo spesso davanti.

La panchina rossa a La Morra

Panchine giganti e come trovarle…semplice con i nostri tours delle panchine con mappa personalizzata!

Panchine giganti E-bike Tour intera giornata

Le panchine giganti saranno le tappe per il tuo E-bike tour. Punti colorati della giornata

Piemonte: Langhe
Da Marzo a Ottobre
Giornata Intera

Panchine giganti del Piemonte in Vespa!

Una giornata in Vespa per scoprire i vigneti e le cantine delle Langhe!

Piemonte: Alba & Langhe
Tutto l’anno
Giornata Intera

Vorresti anche sapere se ci sono panchine giganti ad Alba, la capitale delle Langhe? Ti sembrerà strano, ma la risposta è no! Forse perché l’ideatore del circuito delle panchine giganti delle Langhe aveva l’obiettivo di valorizzare piccoli paesini un po’ nascosti, forse perché la vera magia è quella di perdersi tra le colline per cercarle…dai scopri anche tu la tua panchina gigante preferita!

mappa panchine giganti langhe e monferrato

Ho costruito apposta per voi un piccolo tour attraverso il quale potrete conoscere sia alcuni dei paesi langaroli, sia andare a vedere con i vostri occhi le splendide panchine giganti delle Langhe! Forza, continuate a leggere e salite a bordo della mia macchinina virtuale! Si parte a caccia di panchine giganti ?

LE PANCHINE GIGANTI DI MONFORTE. Stupendo paesino delle Langhe, fa parte dei Borghi più belli d’Italia (non dimentichiamocelo!) ed è stato recentemente inserito tra le bandiere arancioni . Le panchine che incontriamo a Monforte sono ben 2, una esattamente nel centro del paese, di un bel bordeaux che ricorda il colore di un buon bicchiere di Barolo. Ricorda che Monforte è uno dei 12 Comuni che producono il pregiatissimo vino Barolo. Per trovare la seconda panchina gigante del paese dobbiamo andare in una piccola frazione, Perno di Monforte. Arrampicati sulla panchina rosso magenta (o fucsia che dir si voglia!) e rallenta 5 minuti….e poi perché non pensare ad una pausa in una bella osteria di Langa. Lì nelle vicinanze trovi La Repubblica di Perno , te lo consigliamo senza dubbi!

LA PANCHINA GIGANTE DI CANALE. Possiede una delle panchine inaugurate più di recente! Ci troviamo sulla Collina Giaconi di Madonna dei Cavalli a Canale, dove una terrazza naturale di vigneti si fa guardare con molta ammirazione da tutti i presenti. La panchina è rosa, molto femminile, molto delicata, proprio come la scrittrice canalese Andreina Tarasco, promotrice della costruzione di questa struttura.

PANCHINA GIGANTE DI VEZZA D’ALBA. Siete mai passati in macchina nei pressi del cosiddetto “Torion”? Si trova nella frazione Borbore e per raggiungerlo le indicazioni non mancano, state tranquilli! Il sentiero è piacevole da percorrere, una prima parte è asfaltata, poi comincia la parte sterrata vera e propria. Arrivati in cima, ai suoi piedi, si può leggere una bacheca, che racconta la sua curiosa storia: il “Torion” è appunto un edificio esagonale, era stata costruito nel 1932 per avere la funzione di ciabòt di campagna. Purtroppo, durante la seconda guerra mondiale ha subito un bombardamento, i grossi fori aperti sono ad oggi la testimonianza del terribile episodio. Accanto, è stata installata un’elegante panchina bianca da cui ammirare il paesaggio. Sulla panchina è stata affissa una targa con un simpatico proverbio piemontese, che dice:

Andare per panchine in Langa!

“Si t’avèissi da manca

‘d tirè ‘n po’ ér fià,

set-te sì ‘nsima e…

ët sentirai torna masnà”

C’è bisogno della traduzione? ?

PANCHINA GIGANTE DI DOGLIANI. Famosissima per il suo eccellente vino, il Dogliani DOCG, il paese è anche conosciuto per la sua panchina gigante bicolore che troneggia vicino al Castello. Raggiungere la panchina è semplice: si può fare una passeggiata all’interno del centro del paese e poi imboccare la strada che porta al Castello, man mano che si sale, si osserva il borgo e lo si vede sempre più dall’alto, fino ad arrivare in cima alla strada da cui si possono ammirare i tetti del caratteristico paese. La panchina ha i suoi colori ufficiali: rosso mattone e azzurro rame, che riprendono alcune delle opere più famose del borgo. Il rosso mattone si rifà alle opere dell’architetto Giovanni Battista Schellino (1818-1905) (ad esempio, ingresso gotico del cimitero di Dogliani), mentre l’azzurro rame è proprio della cupola della chiesa dei Santi Quirico e Paolo, opera dello stesso Schellino.

Vorrei darti qualche altra informazione utile sulle panchine giganti delle Langhe. Innanzittutto è indispensabile avere un mezzo di trasporto proprio, noi proponiamo dei tour in Ebike oppure in dei tour in vespa che sono davvero un bel modo per scoprire le più belle panchine giganti. Anche la tua auto può essere una buona idea in effetti, ma vuoi mettere il senso di liberà che ti può dare il vento tra i capelli?

A parte questo, secondo noi, le panchine colorate delle Langhe sono un’ottima scusa per visitare i più bei paesaggi delle Langhe…sono tutte in luoghi bellissimi infatti e tra una panchina e l’altra ti consigliamo senza dubbio di soffermarti nei piccoli borghi che incontrerai, come Neive, La Morra, Mango e poi quelli dell’alta Langa come Niella Belbo o Paroldo. In realtà si potrebbe pianificare un intero week end nelle Langhe a caccia di panchine giganti…sarebbe un bel modo per coinvolgere anche i bambini, non pensi?

Un’altra occasione per visitare le panchine giganti delle Langhe? Ma certo l’addio al nubilato e l’addio al celibato!

Per dare un tocco di originalità ai festeggiamenti organizza un bel tour delle panchine in Vespa o in Ebike! Sarà super divertente!

 

Addio al celibato idee originali? In Vespa nelle Langhe

Addio al celibato in Vespa nelle Langhe tra cantine, vigneti  e bellissimi panorami.

Con Slowdays ottime e abbondanti degustazioni incluse!

Piemonte: Alba & Langhe
Tutto l’anno
Giornata Intera

In sella alla mitica Vespa: Idee divertenti per Addio al nubilato!

Tra le idee divertenti per Addio al nubilato trovate questa proposta in Vespa. Ma sfogliando le proposte di SlowDays potrete trovare altre soluzioni originali e sempre con quel tocco Slow che ci caratterizza!

 

Piemonte: Alba & Langhe
Da Marzo a Ottobre
Giornata Intera

Insomma le Langhe sono una meraviglia…ma si sa noi siamo di parte! Vieni a verificare con i tuoi occhi!

 

Comments

Avatar
Irene Sandri
26/11/2020
La panchina di Santa Rosalia è stata la prima del circuito, per via dell'intenso traffico nella frazione hanno deciso di spostarla in frazione Gramolere, vicino a Perno di Monforte d'Alba. Buon viaggio !
Claudia SlowDays
Claudia SlowDays
26/11/2020
Grazie mille Irene per il contributo, non sapevo che quella di Perno fosse la stessa di Santa Rosalia. Buono a sapersi! Buon viaggio anche a te!
Avatar
15/09/2020
ciao, vado da due anni nelle Langhe, ho visitato la panchina verde e quella bianca, mi consiglieresti per quest'anno le panchine più isolate e "immerse" tra vigneti e colline? Grazie
Claudia
Claudia
16/09/2020
Ciao Nic! ce ne sono ormai moltissime, nemmeno noi le abbiamo già visitate tutte, ma contiamo di rimediare! Ne hanno messa una nuova a Montelupo ad esempio (giallo sole!), poi c'è quella del Dolcetto a Diano (rosso dolcetto), ce ne sono 2 a Monforte (una in paese e una vicino alla località Perno di Monforte)...e poi io adoro quelle dell'Alta Langa come quella azzurra di Niella. Quando vuoi potresti anche visitarne alcune con la bici elettrica grazie ai nostri itinerari personalizzati! Ti aspettiamo!
Avatar
Renato Delmondo
16/05/2020
Manca quella di Santa Rosalia o è stata tolta?
Claudia
Claudia
16/05/2020
Ciao Renato, grazie per il contributo. In realtà le panchine "ufficiali" sono ben 100 ormai! Credo però che quella di Santa Rosalia non sia del circuito ufficiale anche se è bellissima, così come quella di La Morra. Comunque vale la pena inserirla in un itinerario sicuramente!

Lascia un commento