Barolo città e Barolo vino: Un matrimonio perfetto

Barolo città e vino Barolo, una accoppiata fantastica!

Oggi voglio parlarvi di una cittadina speciale, Barolo provincia di Cuneo, circa 700 abitanti, situata a 15km da Alba e nel cuore delle Langhe. Fa parte, a pieno titolo, di quella zona diventata Patrimonio dell’Unesco nel 2015. Ma non è solo questo a renderla famosa.

In molti paesi del mondo il suo nome, Barolo, risuona sulla bocca e sopprattutto nei bicchieri già da molti anni.

E’ un caso molto particolare di un “marchio” che si è identificato con il suo prodotto. Non sembra anche a voi? E così come la Barbie è sinonimo della bambolina che 50 anni fa ha rivoluzionato il modo di giocare delle bambine, oppure la Nutella che identifica la crema di nocciole e cioccolato, anche se non a marchio Ferrero, noi abbiamo il Barolo vino che nomina la città da cui è stato originato e pensato!

Ma torniamo a Barolo città e cerchiamo di visitarla (senza tenere conto, per ora, del suo ottimo vino)

Una passeggiata a Barolo

Un weekend nella zona del Barolo

Castello Comunale Falletti di Barolo

Sulla collina di Barolo si ha notizia di una fortificazione già nel X secolo.

Nella parte bassa del castello ci sono tracce di questo primo edificio. Fu gravemente danneggiato da saccheggi e incuria. Nel XVI fu ricostruito dai Marchesi Falletti. La famiglia resta proprietaria ed abita il Castello, per lo più in estate, fino al 1864. In questo anno, alla morte di Giulia, il Castello diventa, con il testamento, un’opera pia.

Il Collegio Barolo, dal 1875 al 1958, permetterà a molti giovani della zona di usufruire di una borsa di studio e raggiungere buoni traguardi. Con questo scopo il Castello è stato molto rimaneggiato.

Nel 1970, il Comune di Barolo acquista il castello. E partono importanti lavori di risanamento e restauro. A partire dal 1982 hanno sede le Cantine dell’Enoteca regionale del Barolo ed il WiMu

interno Museo del vino

WiMu Museo interattivo del Vino

La visita al Castello non può prescindere dalla visita al Museo del Vino. E’ una attrattiva che piace a tutti, anche ai più piccoli. Su un percorso che si snoda su più piani si vive e si capisce la meravigliosa creazione del vino. Nettare dalla terra!

Creato da François Confino, già famoso per avere allestito mostre e musei nel mondo, il Wimu si propone di evidenziare il legame del vino e della vigna con le varie civiltà e con i territori. Il museo mostra il legame quasi poetico del vino e di chi lo produce.

Lo consiglio vivamente!

Ti aspetto a Barolo

Cosa ne dici di un Tour in Bici tra le colline del Barolo?

Parliamo ora del vino: Perchè degustare il vino Barolo?

Il Barolo si produce, per legge, nei comuni delle Langhe designati. Il clima migliore per la produzione  di questo vino che nasce dalle uve Nebbiolo. Il terreno è particolarmente calcareo-argilloso, quasi sabbioso. E così l’uva Nebbiolo assume proprio QUELLA STRUTTURA e QUEL PROFUMO (non ho ancora capito come fare a trasmettervelo!)

Alcuni cru che meritano la vostra attenzione? Bussia di Monforte d’Alba, Cannubi di Barolo, Villero di Castiglione Falletto. Tre cru con tre caratteri molto definiti e particolari.

Il Barolo, deve invecchiare un minimo di 38 mesi, riposando per 18 mesi in botti di legno. Il Barolo Riserva è stato invece “a riposo” per ben 5 anni!

Rosso rubino fresco e vivo, con sfumature arancio. Profumo di rosa , di vaniglia e di tabacco. Insomma… inebriante!

Per il palato è una goduria che ti accompagna già dal primo sorso. La degustazione di più annate è consigliabile, anzi, imperdibile!

Come accompagnare il Vino Barolo?

Il Barolo accompagna i piatti a base di carne, gli arrosti, i brasati, l’agnello oppure il capretto, la selvaggina in genere. Ottimo con i formaggi stagionati, come gorgonzola, Castelmagno. Ma io lo amo anche con il cioccolato fondente! Mi rende molto meditativa!

Dove degustare il Barolo?

Cantine importanti oppure cantine piccole e famigliari. Cantine nuove con vedute meravigliose ed arredamenti futuristici oppure cantine tramandate di padre in figlio che odorano di storia e di tradizione.

Un Tour del Barolo può comprendere ogni tipologia di cantina. Sta a te scegliere cosa vorresti conoscere oppure affidarti a noi che ti costruiremo un Tour con tanti spunti curiosi e con tante assaggi di vario tipo e spessore.

Un Tour alla scoperta del Barolo, per un amante del vino, è quasi d’obbligo. E’ un rituale che ti porterai dentro, nell’album dei bei ricordi! Qui qualche idea di Tour dei Vini da scegliere: lo senti già il profumo?

Cerchi qualcosa di speciale e personalizzato?

Compila questo modulo e facci conoscere i tuoi desideri!

Comments

Lascia un commento